fbpx
Chiudi
logo Gruppo Lo Conte
Gruppo Lo Conte

Il Gruppo Lo Conte è leader in Italia nella produzione di farine speciali e preparazioni per dolci.


I Nostri Marchi
Il pane in casa facile facile

Fare un buon pane in casa è l’ambizione di tutti coloro che amano cucinare. Ecco come fare il pane in casa in modo facile!

Con la pratica, ma soprattutto la giusta farina, il giusto lievito e i giusti accorgimenti di cottura, è possibile diventare dei piccoli fornai senza troppa difficoltà.

 

La lievitazione del pane fatto in casa

Come per altri prodotti da forno, anche per il pane vale la regola secondo cui i tempi di lievitazione e maturazione dipendono da umidità e calore dell’ambiente. Il principio è quello di far riposare l’impasto fino a quando non raddoppia il suo volume.

Per una lievitazione perfetta e un impasto profumato provate “Bio Lievito Madre” Decorì, una pasta madre disidratata realizzata dalla fermentazione di acqua purissima con farina di grano tenero e semola di grano duro con l’aggiunta di lievito di birra, germe vitale di grano e malto. Un prodotto davvero unico nel suo genere che regala al pane un aroma e una morbidezza senza eguali; è facilissimo da usare perché non richiede l’attivazione e va aggiunto direttamente alla farina.

 

La cottura del pane fatto in casa

Come per la fase della lievitazione, anche la fase della cottura è molto importante per ottenere un buon prodotto. Ecco i nostri consigli.

  • Meglio ventilato o statico? Meglio il forno statico perché rispetto alla funzione ventilata permette una cottura più dolce e un’asciugatura del prodotto più lenta
  • La temperatura ideale varia in base alla ricetta, ma in generale si consiglia di far arrivare il forno a 250° C circa prima di infornare, perché il pane ha bisogno del cosiddetto “colpo di calore”. Sarà poi possibile abbassare la temperatura in base alla ricetta e alla grandezza del pane. Se si infornano pezzature piccole, o si usa un forno piccolo, si consiglia di procedere ad una cottura con temperature non oltre i 200°C.
  • Sul fondo del forno un pentolino d’acqua aiuterà a mantenere la camera alla giusta umidità. In alternativa è possibile aprire il forno e nebulizzare la pagnotta.
  • La forma o le forme vanno posizionate sempre al centro del forno.
  • L’ultimissimo accorgimento suggerito è quello dell’incisione: prima della cottura incidere la superficie del pane facilita l’ingresso del calore al centro della forma. Va benissimo la punta di un coltello.

 

I tempi di cottura del pane fatto in casa

Dipendono molto dal peso delle forme da cuocere. In via generale si possono considerare queste tempistiche: le forme da 2 chilogrammi necessitano 45-50 minuti di cottura; le forme da 1 chilogrammo 30-40 minuti; le forme da mezzo chilogrammo circa trenta minuti, i panini da 250 grammi venti minuti e così via.

 

Il pane: la storia della nostra terra in tavola

Da Aosta ad Agrigento, tutta l’Italia ha il suo pane; ogni variante racconta la terra e il mondo contadino di un luogo specifico. Abbiamo le ricette con farina di grano duro al Sud, gli impasti di farina di grano tenero nelle zone della pianura padana, abbiamo la segale del pane valdostano. Ci sono poi ricette locali con farina di mais o riso. Questi sapori sono un mondo tutto da esplorare, facciamolo insieme!